• Home
  • Contatti
SOS aiutatemi sono depresso sito dedicato alla DEPRESSIONE - Diagnosi e cura - Come guarire dalla depressione e dalla tristezza - Combattere ansia e stress - Aiuto psicologico online.

Benvenuti nel nostro sito web

Benvenuti nel nostro sito web - SOS aiuto sono depresso

  

Nel nostro sito potrete trovare informazioni sulla DEPRESSIONE. Approfondire  cosa è la depressione,  quali sono i sintomi, come diagnosticarla, come curarla  e soprattutto cosa possiamo fare per voi.


Questo sito vi consentirà di conoscerci meglio e di entrare in qualsiasi momento in contatto telefonico con un nostro esperto psicologo per ricevere maggiori informazioni sulla malattia.

 


PER UN AIUTO TELEFONICO
TELEFONA SUBITO AL 392 8064412 
OPPURE CHIAMA IL 320 3346736

         

 

     GUARIRE DALLA DEPRESSIONE

 
GUARIRE DALLA DEPRESSIONE - sos aiuto sono in depressione
 

 Guarire dalla depressione per fortuna è possibile, però bisogna farsi aiutare.

Sono molte le persone che cercano sul web come guarire dalla depressione. Cercare è già un buon passo verso la guarigione, ma  non si può uscire dalla depressione da soli: la sola forza di volontà, purtroppo, non basta. E’ necessario rivolgersi a degli specialisti e sottoporsi alle cure adatte.

Nonostante la depressione sia una vera e propria patologia che crea un fortissimo disagio psicologico, è possibile uscirne rafforzati nel carattere e nella forza di volontà. L’importante è riuscire a riconoscere la patologia, che spesso viene sottovalutata anche dai familiari o dagli amici della persona che ne soffre, che spesso la scambiano per una semplice stanchezza, accumulo di stress o malumore.

Come guarire dalla depressione.

La depressione può essere di vari tipi e più o meno grave. L' importante è iniziare a rivolgersi ad uno specialista quando si iniziano ad avvertire i primi segnali d’allarme.  

Ecco i principali sintomi della patologia:

tristezza che persiste per tutto il giorno, mancanza di interesse nelle attività quotidiane, stanchezza, diminuzione dell’appetito, mancanza di stimoli, insonnia o sonnolenza eccessiva, mancanza di autostima e di energie.  

 

 Tutti, di tanto in tanto, ci sentiamo un po’ tristi o giù di morale, ma queste sensazioni di solito sono temporanee e spariscono dopo pochi giorni.

  La vera depressione, invece, interferisce con la vita quotidiana e con l’adempimento dei compiti normali, oltre a provocare dolore sia alla persona colpita sia a chi vive a stretto contatto con lei. La depressione è una malattia comune, ma che non va sottovalutata e la maggior parte delle persone che ne soffre deve ricorrere alla terapia per sentirsi meglio.

La depressione diventa grave quando si pensa continuamente alla morte e al suicidio. Per guarire dalla depressione più grave bisogna avvalersi della psicoterapia e di farmaci prescritti dallo specialista.

Nei casi meno gravi può bastare una parola amica per tirarti su

METODI DI CURA ALTERNATIVI.
Con questi metodi alternativi, rispetto alla medicina tradizionale occidentale, la ricerca della salute è orientata alla persona e non alla malattia, alla causa e non al sintomo, al sistema e non all'organo, al riequilibrio invece che alla cura, stimolando il naturale processo di autoguarigione del corpo.

La Medicina Olistica (da olos che in greco significa “tutto”) afferma che non vi è separazione tra il corpo e la mente nella cura: si curano insieme, poiché il punto fondamentale di questa disciplina è quello di credere che la malattia sia legata a un problema dell'anima, e quindi la guarigione è un processo che investe il corpo fisico ma anche l’anima del cliente. L'Operatore Olistico non è un terapeuta, non fa diagnosi, non cura malattie fisiche o psichiche, non prescrive medicine o rimedi, quindi non si pone in conflitto con la medicina ufficiale allopatica e con la legge rischiando l'abuso della professione medica; ma usa le sue competenze olistiche per promuovere il benessere globale delle persona.

La Pranoterapia a distanza come anche la Guarigione Riconnettiva e il Magnetismo Vitale, è una terapia energetica che prevede l’influenza di un soggetto (terapeuta) su un altro (ricevente), senza contatto fisico. In pratica quando si procede in remoto con la pranoterapia si concorda l'orario con il ricevente, che si pone in stato di quiete e ricezione, possibilmente sdraiato o seduto in poltrona, e il terapeuta che lavora da studio come se il cliente fosse sul lettino davanti a lui.

Il trattamento di Guarigione Riconnettiva si occupa di ristabilire l'equilibrio globale della persona, lavora sulle cause del disagio, non solo sulla manifestazione e si svolge senza che vi sia contatto fisico tra le parti, provocando un riallineamento energetico-emotivo-spirituale che ricolloca la persona dentro la sua migliore condizione individuale sia dal punto di vista organico che materiale.

Il Magnetismo Vitale è un procedimento che veicola in modo naturale il magnetismo umano del terapeuta e incide sui disequilibri del sistema nervoso, depressione, problemi di poca concentrazione, traumi emotivi, disistima etc., ottimizza il benessere psicofisico, contrasta depressione e problemi di poca concentrazione.

 CONSIGLI CONTRO LA DEPRESSIONE - PRANOTERAPIA - ESOTERISMO - OPERATORI OLISTICI
PER UN AIUTO TELEFONICO
TELEFONA SUBITO AL 392 8064412 
OPPURE CHIAMA IL 320 3346736

GLI ULTIMI STUDI SUI DISTURBI PSICHICI
L'ansia è un fenomeno neurobiologico normale, ed è fondamentale per la sopravvivenza degli animali. È una risposta emotiva a una minaccia, per esempio la presenza di un predatore, che innesca un comportamento di autoconservazione, come la fuga.
Negli esseri umani però a volte si manifestano disturbi d'ansia dovuti a reazioni emotive eccessive, per esempio quando parlare in pubblico evoca la stessa paura che susciterebbe trovarsi sul ciglio di un burrone.
Di recente i neuroscienziati della Columbia University e dell'Università della California a San Francisco, hanno individuato nell'ippocampo dei topi gruppi di neuroni che si attivano in modo specifico in situazioni minacciose e li hanno chiamati cellule dell'ansia. Se la scoperta delle cellule dell'ansia fosse confermata anche negli esseri umani, potrebbero rappresentare nuovi bersagli per trattamenti terapeutici nei disturbi ansiosi, se infatti fossero dotate di un recettore specifico, si potrebbe studiare un farmaco diretto a questo recettore per cercare di bloccare l'ansia.
Le persone che soffrono di una scarsa qualità del sonno tendono a fissarsi di più su preoccupazioni e pensieri negativi, che sono una componente importante di disturbi come l'ansia e la depressione. Non è chiaro però se la mancanza di sonno sia una causa o una conseguenza di quei disturbi, comunque curare l'insonnia, magari con infusi di erbe come la valeriana o la camomilla, dovrebbe portare a un decisivo miglioramento della qualità della vita.

STUDI sul CERVELLO e le PATOLOGIE PSICHIATRICHE - DEPRESSIONE DISTURBI PSICHIATRICI La difficoltà di studiare il cervello ha fatto sì che molti disturbi psichici fossero negli ultimi decenni trattati secondo i dettami della psicoanalisi.
Ultimamente però, sono stati però compiuti importanti progressi nella comprensione delle basi neurobiologiche delle patologie psichiatriche: i tempi sono dunque maturi perché la psichiatria si affianchi alle altre specialità mediche nell'uso di un approccio clinico basato sulle prove scientifiche.
Sophia Vinogradov, direttrice della divisione di Psichiatria della University of Minnesota Medical School dice: "C'è un segreto di cui noi psichiatri non amiamo parlare: lo stato spaventosamente primitivo del nostro modo di valutare, capire e trattare la malattia mentale".
In medicina vengono regolarmente utilizzati i calcolatori di rischio di malattia: se soffrite di fibrillazione atriale e andate da un cardiologo, egli userà diverse informazioni per calcolare il rischio di ictus, noto come punteggio CIAD-VASC e, a seconda del risultato, può prescrivere un anticoagulante idoneo. Il punteggio CIAD-VASC non è perfetto ma aiuta il cardiologo, in quanto le decisioni basate su dati sono migliori di quelle che ne fanno a meno.

Anche se le cause effettive della depressione sono molteplici e non sono chiare, molti studi affermano che sono coinvolti alcuni meccanismi cerebrali. Alcuni sintomi come la perdita del sonno o la persistenza di pensieri cupi, potrebbero trovare una spiegazione biochimica: l’insufficienza di certi neurotrasmettitori potrebbe essere all’origine di tali fenomeni.
Ma nell'uso dei dati, la psichiatria rimane un caso a sé stante nella comunità medica. L'importanza dei dati è ancora discussa, anzi i dati oggettivi e la scienza dei dati non sono affatto utilizzati dalla comunità psichiatrica e gli psichiatri non usano algoritmi predittivi o calcolatori di rischio per impostare i trattamenti farmacologici anche perché apparentemente fino a oggi non esistevano né esami del sangue né altre semplici analisi che potessero evidenziare i disturbi psichiatrici.

Solo recentemente, da uno studio effettuato a fine 2017 all'Università di Padova è emerso che in soggetti depressi sono riscontrabili delle alterazioni elettrofisiologiche facilmente misurabili con l’elettrocardiogramma. Depressione misurabile con l'elettrocardiogramma - università di Padova
«Abbiamo deciso di valutare» dice Claudio Gentili docente di Psicologia Clinica a Padova e primo autore dello studio «se con l’aiuto di un software di machine learning, adattato alla nostra analisi dai colleghi dell’Università di Pisa, potevamo stimare il grado di depressione in pazienti con patologia cardiovascolare attraverso una lettura attenta del loro elettrocardiogramma (ECG). La depressione è una patologia complessa, che certamente non è possibile quantificare in modo univoco solo con un ECG. Rimane il fatto che la nostra ricerca dimostra che si possono stimare, da indici elettrofisiologici, i sintomi di depressione in una misura attorno al 90%.».
Infine un nuovo studio pubblicato nel 2018 su “Science” da un gruppo di ricercatori dell’Università della California a Los Angeles si è concentrato non sul genoma, l'insieme delle istruzioni scritte nel DNA per la sintesi delle proteine, ma sul trascrittoma, cioè l'insieme degli RNA messaggeri, che hanno il compito di “leggere” queste istruzioni. L'idea è che alterazioni o mutazioni del trascrittoma possano contribuire in modo significativo all'insorgenza delle patologie. La ricerca ha studiato gli schemi di espressione genica di cinque disturbi neuropsichiatrici: autismo, schizofrenia, disturbo bipolare, depressione e alcolismo. Sono emerse somiglianze e differenze sorprendenti: il disturbo bipolare è simile alla schizofrenia, mentre depressione e alcolismo hanno profili molecolari molto specifici, diversi dagli altri disturbi. Daniel Geschwind, autore senior dello studio ha affermato che: “Questi risultati forniscono una firma molecolare per i disturbi psichiatrici e sono un enorme passo avanti nelle conoscenze."
Si spera che questi nuovi studi possano dare una qualche certezza al fenomeno delle malattie mentali, altrimenti finché la definizione dei disturbi psichiatrici resta così vaga e difficilmente misurabile, ha ragione chi come MARCELLO PAMIO nel suo libro: "IL MARKETING DELLA PAZZIA", diffida delle diagnosi di disturbo mentale fatte dagli psichiatri, ritenendola un'operazione di marketing per guadagnare soldi e rendere il mondo schiavo delle droghe. Certamente il fatto che nel 2012 secondo i dati ufficiali negli Stati Uniti il 25% della popolazione soffriva di qualche disturbo mentale, fa dubitare che le diagnosi degli psichiatri non siano poi molto attendibili, perché anche se ormai siamo tutti un po' ansiosi, schizzati e depressi, non siamo ancora tutti matti.
20% degli ITALIANI DEPRESSI secondo SALVINI - psicofarmaci a gogò C'è anche un po' di esagerazione nell' articolo comparso sulla Stampa, e citato anche da Salvini, da cui pare che anche in Italia il numero di persone che ricorre agli psicofarmaci arrivi a 11 milioni e cioè il 20% della popolazione.
Secondo un' indagine IPSAD, una ricerca statistica realizzata dal CNR che si svolge annualmente intervistando un campione di 85 mila persone, si legge che per quanto riguarda la categoria più utilizzata di psicofarmaci, cioè tranquillanti e ansiolitici, sono oltre 5 milioni gli italiani che nel 2011 vi hanno fatto ricorso (12,8%) e di questi più di 3 milioni sono donne.
I sonniferi sono al secondo posto: sono 4 milioni coloro che li hanno utilizzati (10%) e, senza differenze sostanziali tra uomini e donne. Il consumo di antidepressivi, invece, rimarca una specificità femminile: su un totale di 2,2 milioni (5,5%), ben oltre la metà è costituito da donne, mentre gli uomini non raggiungono i 900 mila.
Sono cifre notevoli, ma non si può comunque dire che il 20% degli italiani è depresso per colpa della cattiva politica!

 CONSIGLI CONTRO LA DEPRESSIONE - PRANOTERAPIA - ESOTERISMO - OPERATORI OLISTICI

PER UN AIUTO TELEFONICO
TELEFONA SUBITO AL 392 8064412 
OPPURE CHIAMA IL 320 3346736

 

CONSIGLI CONTRO DEPRESSIONE E TRISTEZZA  

consigli contro depressione e tristezza - sos aiuto sono in depressione
 

Per vincere la depressione bisogna   cercare di ritrovare la stima in se stessi e nelle proprie capacità, ascoltare le nostre esigenze, non farsi condizionare dagli altri.

 

 Quando attraversi un brutto momento, di sicuro  sarai triste, depresso e non saprai cosa fare... Ecco qualche consiglio per superare la tristezza e uscire dal pozzo scuro in cui non trovi la luce a causa della depressione.

 

1) CERCA UN'OCCUPAZIONE, smetti di preoccuparti e  sposta l' attenzione verso cose positive.  Per avere dei risultati positivi bisogna credere nella nostra capacità di andare avanti, avere fiducia nelle decisioni che prendiamo, mettere più  impegno in quello che facciamo, perché solo così le cose andranno bene.

 2) ABBI PAZIENZA, non disperarti se le cose non vanno bene, nulla è per sempre, spesso tanti problemi si risolvono anche da soli, abbi fiducia, tutte le avversità possono essere lezioni di vita, che ci aiuteranno a essere più forti. 

3) SORRIDI ALLA VITA, cerca di essere felice, di vivere intensamente ogni momento. Questo farà la differenza, non lasciare che i problemi ti tolgano un sorriso, prova ad aiutare gli altri, a volte basta un sorriso, una parola gentile, e il tuo stato d'animo migliorerà.

 4) REAGISCI, accendi la radio e mettiti ad ascoltare una musica che ti piace, oppure esci a fare una passeggiata, possibilmente in mezzo al verde, o ancora scambia due parole con una persona simpatica, anche il moto e l'attività fisica sono importanti, l'essenziale è è rompere il flusso dei soliti pensieri negativi!

  

 
   GLI PSICOFARMACI POSSONO AIUTARE...  
GLI PSICOFARMACI POSSONO AIUTARE - sos aiuto sono in depressione
 

  Si gli psicofarmaci di ultima generazione possono aiutare e sono più efficaci, ma  importante sapere che gli psicofarmaci riducono solamente i sintomi della depressione, non possono aiutarci ad accrescere l’autostima. Inoltre c’è il pericolo che gli psicofarmaci creino dipendenza e poi non si riesca più a farne a meno,  per questo i farmaci antidepressivi  devono essere prescritti solo dagli specialisti e solo quando si soffre di depressione grave e non in caso di depressione lieve.
Infatti nella vita a volte ci si trova di fronte a periodi difficili: un lutto, una malattia, la perdita del lavoro, un esame andato male, dissapori in famiglia, un amore respinto, un divorzio, la perdita della giovinezza, la menopausa, e per alcuni il pensionamento.
Di solito questi episodi durano pochi mesi, poi passano e ritorna il buon umore. Ma se in questo periodo se ci si rivolge al medico, la risposta è spesso una pillola antidepressiva.
L’Agenzia del farmaco segnala che fra il 2000 e il 2009 il consumo di antidepressivi in Italia è aumentato del 76%. E questo dipende dal fatto che l'informazione dei medici viene fatta dalle aziende farmaceutiche che hanno tutto l’interesse a vendere pillole. Ma gli antidepressivi sono da prendere solo sotto controllo medico e solo se il rischio degli effetti collaterali giustifica il beneficio e inoltre studi recenti non finanziati dall’industria hanno dimostrato che gli antidepressivi triciclici non hanno più efficacia del placebo, cioè delle pastiglie senza principi attivi.
Ma allora come ci si può risollevare dall'umor nero?
l'Italia ha la fortuna di avere molte giornate di sole e di luce, e questo aiuta nei casi di depressione. Quindi se è possibile state al sole e fate attività fisica all'aria aperta come passeggiare a passo veloce, pedalare in bicicletta, fare una partita a calcetto, sciare ecc. Anche ascoltare musica può aiutare, e poi cercate di avere uno stile di vita regolare, non fumare e non bere più di 1-2 bicchieri di alcolici.
Se sei solo un po' depresso,  forse  può bastare una parola amica per tirarti su, per riprendere fiducia nella vita,   quindi se hai solo bisogno di una parola amica, di un aiuto psicologico, di una parola di conforto telefonaci

PER UN AIUTO TELEFONICO TELEFONA SUBITO AL 392 8064412   

 




RIMEDI NATURALI CONTRO LA DEPRESSIONE E LA TRISTEZZA

Tra i rimedi naturali per risolvere alcuni casi di depressione possiamo citare i FIORI DI BACH.
Tramite i fiori di Bach si possono risolvere situazioni di stress, timidezza, ansia, panico, senso di colpa, insicurezza e depressione. I fiori di Bach non curano la malattia, ma cercano di sbloccare la forza reattiva di un individuo e a mobilitare le forze interiori per innescare un cambiamento positivo un riequilibrio degli atteggiamenti emozionali negativi che favoriscono l’insorgere dei disturbi più vari.
Curarsi attraverso i fiori di Bach dunque ci spinge anche a conoscere meglio i nostri problemi, attraverso la la scelta del rimedio che fa per noi.
Bach divise i 38 fiori da lui scoperti per le loro virtù guaritrici in sette gruppi distinti. Avremo quindi, con le parole di Bach, fiori per la paura, per coloro che soffrono l’incertezza, per l’insufficiente interesse per il presente, per la solitudine, per lo scoraggiamento o la disperazione e infine per la preoccupazione eccessiva per il benessere degli altri. Il riequilibrio delle emozioni potrebbe risolvere anche coliti, rigidità, muscolari, stanchezza, psoriasi e gastriti nervose.


Un secondo rimedio è l'ESERCIZIO FISICO.
Sembra che l’esercizio fisico aiuti a combattere la depressione, molti psicoterapeuti hanno deciso di consigliare esercizi fisici ai pazienti depressi, poiché capaci di produrre effetti terapeutici significati. Gli studiosi non hanno ancora un'idea definitiva sul perché l’esercizio fisico funzioni. Si è ipotizzato che esso intervenga grazie al rilascio di endorfine, sostanze dotate di proprietà analgesiche, o di noradrenalina, che gioca un ruolo chiave nella regolazione dell’umore. Inoltre l’esercizio fisico sembra aiutare la crescita neuronale. Il fatto che siano gli psicoterapeuti a proporre per primi gli esercizi è perché questi si integrano al loro lavoro, risultando come una sorta di propulsore naturale che accelera il processo terapeutico. Vengono raccomandati almeno tre esercizi settimanali della durata di un'ora.

Un terzo rimedio è ancora più semplice: SCRIVERE.
Prima di telefonarmi per chiedere aiuto, cominciate a scrivermi una lettera in cui dovrete esporre accuratamente tutti i vostri problemi. Srivete almeno tre lettere in giorni diversi, per esprimere i vostri pensieri e sentimenti, descrivendo la vostra situazione sin dall'inizio. Non è necessario spedirmele, spesso l'analisi dei propri problemi, come nella scelta dei Fiori di Back, è utile per conoscersi meglio e mette in moto una serie di meccanismi e funzioni per i quali la persona comincia già attivamente ad affrontare il problema, o a percepirlo in modo diverso prima ancora di consultare lo psicologo.
Scrivere aiuta a rendersi meglio conto del proprio stato d'animo, ad esprimere sentimenti ed emozioni, a riorganizzare affetti e pensieri. Naturalmente passato qualche giorno, potrete telefonarmi, ma io potrò aiutarvi meglio se voi nel frattempo avrete preso coscienza dei vostri problemi.

CONSIGLI PSICOLOGICI ONLINE CONTRO LA DEPRESSIONE E LA TRISTEZZA


Ecco una lettera che abbiamo ricevuto da un lettore:

Ho apprezzato molto il vostro suggerimento di SCRIVERE per cercare di capirsi meglio, per prendere coscienza dei propri problemi. Secondo me nella vita c'é chi sa e chi non sa, chi conosce e chi non conosce.
I problemi possono spesso nascere dal fatto che nessuno mai ci ha insegnato a vivere. Un esempio pratico:
Per guidare bene la macchina siamo tutti andati dall' istruttore di Scuola guida. L'istruttore ha insegnato a migliaia di persone nella vita, quindi per lui è facile capire e farsi capire.
Ma non tutti hanno avuto dei bravi genitori o nonni che hanno insegnato a vivere la vita al meglio. Loro hanno fatto come meglio potevano, come meglio credevano, non erano andati a scuola per diventare bravi genitori, non avevano fatto un corso specializzato. Anche perché, per lo meno in Italia, non conosco nessuno istituto pubblico o privato che fa questo, è vero che ci sono alcuni LIBRI sull'educazione dei figli, ma pochi li leggono e poi spesso quei libri sono pieni di teorie astruse, in contrasto tra di loro e a volte ritrattate dagli stessi autori. (Mi riferisco ai libri "Besame mucho" di Gonsales che cosiglia proprio l'opposto di "Fate la nanna" di Estivill, libro poi parzialmente sconfessato dall'autore stesso).
QUINDI se uno conosce la strada e sa guidare nel centro, non va a sbattere ne a sx ne dx, e arriva alla meta senza intoppi. L' istruttore di scuola guida insegna questo.
Nella vita è l' identica cosa bisogna stare nella via di mezzo. Esempio senza mangiare troppo né poco, lavorando né troppo né poco. Sempre bisogna stare in equilibrio nel mezzo; infatti la forza sta nell' EQUILIBRIO.
Come il pasticcere che si mette a fare una torta non ci deve mettere troppo lievito né troppa farina altrimenti non viene bene, e solo il giusto equilibrio di elementi miscelati secondo un certo criterio ed ordine fanno fare una buona torta.
Anche nella vita serve equilibrio:
come viverla, cosa bisogna fare e dire per stare bene e andare avanti in salute e benessere. Anche per vivere ci sono delle REGOLE.
Per dare il massimo di se stessi ed essere soddisfatti, ora a breve e a lungo termine bisogna conoscere prima le regole dello spirito. Così le chiamo io. Cioè nel nostro profondo sapere e capire cosa si vuole Cosa siamo nati per fare quale è il nostro compito, quello che ci da gioia nell' eseguirlo.
QUINDI: chi sei tu?...   Cosa vuoi fare da grande?
Importante è soddisfare i bisogni spirituali. Nel nostro inconscio, nel nostro intuito facciamo chiarezza su ciò che ci appaga.
Un giorno da un ente tipo ISTAT fu fatto un sondaggio chiedendo a molte persone cosa era la cosa a cui aspiravano di più. Risultò che per molti al primo posto c'era comprare e avere una Ferrari, o una bella donna, o dei figli, o un buon lavoro ecc...
Ma in effetti, anche se non lo dissero, al primo posto c'era: "essere importanti per qualcuno" e quindi soddisfare il bisogno essenziale di sentirsi amato. SENTIRSI AMATI PER CIO' CHE SIAMO, per ciò che siamo bravi a fare.
Ecco perché uno vuole la Ferrari oppure una bella donna. Magari non gli è riuscito realizzarsi in altri modi e cerca di farsi notare con qualcosa che si nota, così soddisfa almeno il bisogno di essere importante e considerato per qualcuno. Quindi ESSERE IMPORTANTI PER QUALCUNO. Perché noi siamo fatti per stare insieme agli altri in unione. Infatti spesso un comune denominatore dei problemi è proprio la SOLITUDINE.
Gli americani perché sono grandi nel fare le cose? Perché fanno team. Per ciò se uno dice: "senza di me le cose non vanno avanti" è perché non riesce a delegare e a collaborare con altri. In natura così fanno i lupi che cacciano grandi prede come il daino cacciando in branco. Mentre alla volpe, che caccia solitaria, gli tocca andare a rubare galline.
Perciò UNIONE FA LA FORZA E L'EQUILIBRIO FA LA FORZA
Da anni la mia massima aspirazione è riuscire ad aiutare gli altri, guarire le malattie dello spirito, AIUTARE I DEPRESSI. Con il mio lavoro, ogni giorno incontro tanta gente e ciò mi ha portato a cercare di capire, a parlare ed analizzare tanti soggetti, magari prendendo un the dopo il lavoro, sedendomi con calma davanti a un cliente. Ho visto però che non tutti sono predisposti per guarire, un tempo volevo spiegare le mie filosofie a tutti, ma poi ho capito che SOLO CHI RIESCE AD ASCOLTARE può guarire o risolvere un suo problema.
Se la testa della persona che si ha davanti è troppo piena, allora non entra ciò che gli si dice.
Chi fa tutto da se non ha bisogno di altri che lo aiutano, quindi deve pensare tutto lui e la sua testa è troppo piena, piena di se stesso, non entrano cose nuove, è bravo solo lui, rimanga pure da solo. Fino a quando non accade qualcosa di grave, per cui inizia a farsi qualche domanda ed ascoltare anche gli altri. In poche parole chi pensa per se e basta o pure chi pensa da se SENZA FARSI AIUTARE, non se la passerà bene nel suo futuro, NON GUARIRA' MAI.



Ecco un' altra lettera con i consigli di un lettore:
Ogni tanto gustare una bella sigaretta fumata con calma, gustare un buon caffè, con calma, una bella porzione di dolce, quello preferito, una bella porzione di cielo, anche stellato, ti ritempra l'energia vitale necessaria per capire che il piccolo problema che ti affligge è niente a cospetto dell'intero universo.

Gli autori di questo sito non dispensano consigli medici né prescrivono l'uso di alcun trattamento per problemi fisici e medici senza il parere di un medico. L’intento degli autori è semplicemente quello di offrire informazioni di natura generale per aiutarvi nella vostra ricerca del benessere fisico, emotivo e spirituale. Nel caso in cui usaste le informazioni contenute in questo libro per voi stessi, o per aiutare altre persone, gli autori non si assumono alcuna responsabilità delle vostre azioni.

SIAMO DISPONIBILI PER UN AIUTO PSICOLOGICO ONLINE GRATUITO IN TUTTI QUESTI CASI :
attacchi di panico, ipocondria, paura, ansia, fobia sociale, disturbo ossessivo compulsivo, anoressia, depressione, disturbo bipolare.
Per i disturbi seguenti in alcuni casi può essere utile il training autogeno, tecniche di rilassamento, una terapia cognitivo comportamentale, o l' ipnosi regressiva, in altri casi potrebbe essere necessario uno psicologo o un sessuologo o uno psicoterapeuta cognitivo comportamentale e in casi gravi uno psichiatra:
disturbi del sonno, depressione maggiore psicosomatica depressione reattiva, depressione test, disturbi dell' umore, attacchi di angoscia, insicurezza, nevrosi, disturbi d'ansia, timidezza, panico, psicosi, disturbi di personalità, psicologia infantile, dipendenze, disturbi della personalità, esaurimento nervoso, dipendenza affettiva, ansia da prestazione, psicologia criminale, paura di volare, sindrome bipolare, anoressia, ansia, disturbi del comportamento, disturbi alimentari, anoressia e bulimia, sintomi depressione, fobie varie, problemi di coppia, depressione bipolare, ossessione, ansia generalizzata, lutto, agitazione, esaurimento nervoso, ossessivo compulsivo, attacchi di panico, attacchi di ansia, depressione con sintomi fisici, ansia sociale, crisi di coppia, panico paura, stress, insonnia, attacchi di panico notturni, anoressia nervosa, crisi di panico, attacchi di panico, attacchi di ansia, depressione post partum, problemi di autostima.
CONSIGLI: come combattere la depressione, come combattere lo stress, cosa fare in caso di attacco di panico, come eliminare l'ansia, ansia sociale rimedi, fiori di bach per l'ansia, terapia di coppia per crisi matrimoniale, anti depressione, ansia da prestazione rimedi, esaurimento nervoso cura, come curare il disturbo bipolare, problemi adolescenza, psicoterapia per crisi di coppia, come vincere la depressione, psichiatra psicoterapeuta per disturbi psicosomatici, training autogeno esercizi, sessuologia di coppia, come sconfiggere la depressione, l' ansia la depressione gli attacchi di panico, l'ansia notturna, l'ansia mattutina, la depressione grave, la depressione senile, gli attacchi di ansia notturni.
PER TUTTI QUESTI PROBLEMI ABBIAMO CONSULENTI A TORINO, MILANO, BOLOGNA, FIRENZE, ROMA, NAPOLI, BARI e PALERMO.

 CONSIGLI CONTRO LA DEPRESSIONE - PRANOTERAPIA - ESOTERISMO - OPERATORI OLISTICI

  • 27/10/2017
© Copyright  2017 SOS aiuto sono depresso. All rights reserved by A. Manfredi | P.I. 01554690519 | powered by Register.it - Disclaimer
--------------------------------------